Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Papilloma: la vaccinazione

 

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

Servizio Igiene e Sanità Pubblica
Via don Sturzo n. 20 – 13900 Biella   tel. 015-3503655 -  fax 015-8495222
e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Nel novembre del 2008 prese il via in Piemonte e quindi anche nella ASL di Biella,  la campagna di prevenzione del tumore al collo dell’utero, tramite la vaccinazione contro il papilloma virus umano (HPV), con un’offerta gratuita raddoppiata rispetto a quanto previsto dal Ministero della Salute.
Il programma di intervento approvato dalla Giunta Regionale prevedeva infatti che il vaccino fosse offerto gratuitamente ed attivamente non solo alle ragazze nel corso del dodicesimo anno di vita, ma anche a quelle nel corso del sedicesimo anno di vita (se già non vaccinate). 
Nel corso della fine del 2008 e del 2009 furono quindi invitate le ragazze nate nel 1993 e nel 1997.
Nel 2009 era prevista la vaccinazione delle ragazze nate nel 1994 e nel 1998, ma la campagna vaccinale fu spostata al 2010 a causa dell’impegno dei Servizi vaccinali per la pandemia influenzale.
Nel 2011 furono invitate le ragazze nate nel 1995 e nel 1999

Nel 2012 è stata la volta delle ragazze nate negli anni 1996 e 2000 mentre nel 2013 sono state invitate le ragazze nate nel corso dell’anno 2001.
Il vaccino utilizzato nel trienno 2011-2013 a livello regionale è stato il vaccino GARDASIL della ditta Sanofi. Il vaccino GARDASIL viene somministrato in 3 dosi.

La Regione Piemonte ha previsto che nel corso del 2014 vengano invitate per la vaccinazione anti papilloma virus per la prevenzione del cancro del collo dell'utero le ragazze nate nel 2002 e nel 2003.
Il vaccino che verrà utilizzato è il vaccino anti-HPV CERVARIX della ditta GSK.
Il nuovo calendario vaccinale prevede solo 2 somministrazioni del vaccino, distanziate di 5-7 mesi. Di norma la seconda dose viene somministrata circa 6 mesi dopo la prima.
Le ragazze verranno tutte chiamate entro il 2014.

"A partire dal 1° settembre 2014 è disponibile la vaccinazione anti papilloma virus (HPV), con il vaccino aggiudicatario della gara regionale, per le donne non appartenenti alle coorti interessate dall'offerta attiva e comunque fino ai 45 anni", come riportato nella nota della Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria della Regione Piemonte del 7 luglio 2014.

È quindi possibile effettuare presso il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione della nostra Azienda Sanitaria Locale, la vaccinazione contro il papilloma virus (HPV) previo pagamento della prestazione e del costo del vaccino.

 

Condividi