Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Approvato un protocollo di cooperazione

 

Ospedale Maggiore della Carita Novara ingresso Largo Bellini 01102017

Uno scorcio esterno dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara (ingresso da Largo Bellini)

 

Più sostegno e supporto alle donne con problemi ginecologici. È con questo proposito che l'ASL di Biella ha scelto di stipulare un accordo con l'AOU Maggiore della Carità di Novara. È stato approvato, infatti, nei giorni scorsi dalle due Aziende un protocollo di cooperazione che definisce le modalità con cui i professionisti della Struttura Complessa a Direzione Universitaria (SCDU) di Ostetricia e Ginecologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Novara, diretta dal professor Nicola Surico, presteranno la propria attività di consulenza all'interno del nostro Ospedale.

Una sinergia che ricalca la collaborazione già consolidata a livello di Quadrante e che su tale specialità ben si colloca anche nell'ambito delle strategie aziendali. L'ASL di Biella è infatti tra le realtà della Rete Oncologica Piemonte e Valle d'Aosta riconosciute come Centro di riferimento per i tumori ginecologici.

"Proseguiamo – sottolinea il Direttore Generale dell'ASL BI, dottor Gianni Bonelli – lungo la strada già tracciata per sviluppare i progetti che come ASL abbiamo declinato all'interno della nostra strategia aziendale. La spinta a voler affermare sempre più la vocazione oncologica del nostro Ospedale è di certo uno dei propositi a cui maggiormente tendiamo e tale iniziativa si inserisce a pieno in questa logica", come si legge nel Comunicato trasmesso mercoledì 6 settembre 2017 dall'Addetto Stampa della nostra Azienda Sanitaria Locale.

 

Condividi